Grazie Giovanni

Posted on

Io ero lì, a pochi chilometri, quando il pensiero che spontaneamente ti avevo rivolto, e che sembrava sbucare dal nulla, è stato bruscamente distratto da quell’ambulanza che inutilmente correva da te, tagliandoci la strada ed evitando miracolosamente di impattare contro l’auto che proveniva in direzione opposta.

Ad evitare quel disastro, ne son sicuro, sei stato tu: già all’opera in quel mondo immateriale che ti ha voluto così presto! 

Più di prima sarai nelle nostre vite seppur noi non avremo più modo di vedere quell’espressione sorridente che, anche nei momenti più difficili, trovava sempre un buon motivo per non abbandonare mai il tuo viso.

Grazie Giovanni.

Rispondi